Fiscale Societaria

  • Riforma del “Codice della Crisi di Impresa e dell’Insolvenza”

    il D.Lgs. 14/2019 ha previsto una sostanziale riforma del Diritto Fallimentare prevedendo un aumento delle responsabilità degli amministratori di SRL e cooperative e la nomina più frequente di un organo di controllo (collegio sindacale o revisore) per tali soggetti.

    Si rinvia all’articolo allegato per l’approfondimento sul tema.

    Buona lettura

  • Contratti preliminari di immobili da costruire – D.Lgs. 14/2019

    Il D.Lgs. 14/2019, che entrerà in vigore dal prossimo 16 marzo, stravolge le regole sulla stipula dei contratti preliminari di immobili da costruire.

    Per scaricare il documento riguardante le principali modifiche clicca qui

  • Legge di Bilancio 2019

    Le novità in vigore dal 1° gennaio 2019:
    Accise e Iva – Agricoltura – Casa – Cedolare secca – Ecobonus Auto – Famiglia e Reddito Cittadinanza – Flat Tax 2019 e 2020 – Riapertura Rivalutazione beni e quote.

    Per scaricare il documento clicca qui

  • Rottamazione TER

    La legge di Bilancio 2019, oltre allo stralcio delle cartelle (per la cancellazione di debiti fino a 1.000 euro relativi a singoli ruoli notificati fino al 2010), introduce la rottamazione ter per estinguere i debiti iscritti a ruolo contenuti negli avvisi e nelle cartelle di pagamento attraverso il versamento delle somme dovute senza, però, corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora.

    Per scaricare il documento clicca qui


Archivio

Gestionale e Finanziaria

  • Crisi di impresa: l’importanza del controllo di gestione e della tesoreria aziendale, 18.07.19

    La riforma della legge fallimentare introduce una procedura per misurare il rischio di insolvenza delle imprese, basata sull’utilizzo di specifici indicatori predittivi della crisi d’impresa. Le peculiarità delle misure proposte rendono sempre più importanti il controllo di gestione e la tesoreria aziendale nella raccolta e gestione dei dati necessari per il calcolo degli indicatori proposti.

    Questo comporta, necessariamente, un aggravio dei costi per le imprese, e soprattutto per le PMI, che avranno la necessità di inserire figure formate per implementarlo e, inoltre, saranno indotte anche ad avvalersi di strumenti informatici specifici.

    Si rinvia all’articolo allegato per l’approfondimento sul tema.

    Buona lettura

  • Maxi multa da 204 milioni di euro per British Airways, 19.07.12
    Maxi multa da 204 milioni di euro per British Airways 

    La compagnia è stata colpita nel 2018 da un attacco hacker in cui sono stati rubati i dati e le coordinate delle carte di credito di 380 mila passeggeri. La sanzione, che corrisponde all’1,5% del fatturato globale dell’azienda, rappresenta un record assoluto.

    Una maxi multa da 183 milioni di sterline (circa 204 milioni di euro) è stata comminata alla compagnia aerea britannica British Airways, colpita nel 2018 da un attacco hacker in cui sono stati rubati i dati e le coordinate delle carte di credito di 380 mila passeggeri. La sanzione arriva dall’Information Commissioner’s Office (Ico), l’autorità britannica per la privacy e la protezione dei dati personali.

    Si rinvia all’articolo allegato per l’approfondimento sul tema.

    Buona lettura

  • GDPR e sanzioni privacy: cosa (non) cambia dal 20 maggio, 11.07.2019

    A circa un anno dal varo del GDPR, la privacy continua a preoccupare il mondo delle imprese e delle professioni. Dal 20 maggio 2019 è venuto meno, infatti, la norma che obbliga il Garante privacy, ai fini dell’applicazione delle sanzioni amministrative, a tenere conto del periodo di prima applicazione. Ma si tratta di una “scadenza fantasma”. Non è entrato in vigore nessuna nuova norma, non è diventata efficace nessuna disposizione: le norme sono sempre quelle e gli adempimenti anche! E le sanzioni? Come le imprese devono prepararsi se la Guardia di Finanza o il Garante “bussano” alla porta?

     

    Si rinvia all’articolo allegato per l’approfondimento sul tema.

    Buona lettura

  • Dal Garante Privacy le regole sulla comunicazione del data breach in caso di attacco informatico, 8.07.19

    Il Garante della privacy, con il provvedimento n. 106 del 30 aprile 2019, reso noto con la newsletter n. 453 di ieri, ha posto in evidenza le caratteristiche principali che deve avere la comunicazione da fare agli interessati in caso di violazione dei dati personali per attacco informatico.

     

    Si rinvia all’articolo allegato per l’approfondimento sul tema.

    Buona lettura


Archivio

Consulenza del Lavoro

  • Durc: non basta la regolarità contributiva

    Tra le cause ostative al rilascio del Durc vi sono tutte le violazioni più rilevanti in materia di
    sicurezza dalle quali deriva la sospensione dello stesso, e quindi la preclusione alla fruizione
    dei benefici “normativi e contributivi” in forza di una causa ostativa al suo rilascio. Tale
    sospensione decorre a partire dalla scadenza dei 120 giorni di un eventuale Documento Unico
    di Regolarità Contributiva che sia già stato rilasciato in precedenza per la stessa finalità. Ne
    deriva che, anche in presenza di una assoluta regolarità dell’azienda in termini di adempimenti
    e versamenti contributivi, ci si può ritrovare senza DURC e a subire la perdita dei benefici
    spettanti e magari già concessi. Vediamo allora quali sono tutte le violazioni e come è
    possibile prevenirle ed, eventualmente, sanarle.

    Per scaricare il documento clicca qui.

  • Assunzione di personale tramite Società Cooperative

    Sempre più spesso viene sottoposta alla nostra attenzione la possibilità di impiegare personale per il tramite di società cooperative, potendo godere di un importante vantaggio economico sui contributi da pagare.

    Avvalersi di tale possibilità è legale? Come è possibile capire se la somministrazione di personale sia lecitamente autorizzata dal Ministero del Lavoro e, in caso di mancata autorizzazione, cosa rischia l’imprenditore?

    Con questa nota intendiamo fare chiarezza sui principali dubbi sulla questione.

    Per scaricare il documento clicca qui.

     

  • Stop alle domande cartacee per gli assegni familiari

    Come disposto dalla circolare Inps 45/2019, i datori di lavoro non potranno più accogliere le domande di ANF dal 1° aprile, in quanto le stesse dovranno essere presentate all’Inps.

    Per scaricare il documento clicca qui

  • Il Decreto Collegato

    Il Decreto Collegato alla Legge di Bilancio 2019, contiene una serie di norme in materia di Reddito di Cittadinanza e di pensioni volte a rendere operativa la “Quota 100”, una nuova modalità di accesso alla pensione anticipata e a rilanciare l’“Opzione Donna”.

    Per scaricare il documento clicca qui


Archivio