Fiscale Societaria

  • Riforma del “Codice della Crisi di Impresa e dell’Insolvenza”

    il D.Lgs. 14/2019 ha previsto una sostanziale riforma del Diritto Fallimentare prevedendo un aumento delle responsabilità degli amministratori di SRL e cooperative e la nomina più frequente di un organo di controllo (collegio sindacale o revisore) per tali soggetti.

    Si rinvia all’articolo allegato per l’approfondimento sul tema.

    Buona lettura

  • Contratti preliminari di immobili da costruire – D.Lgs. 14/2019

    Il D.Lgs. 14/2019, che entrerà in vigore dal prossimo 16 marzo, stravolge le regole sulla stipula dei contratti preliminari di immobili da costruire.

    Per scaricare il documento riguardante le principali modifiche clicca qui

  • Legge di Bilancio 2019

    Le novità in vigore dal 1° gennaio 2019:
    Accise e Iva – Agricoltura – Casa – Cedolare secca – Ecobonus Auto – Famiglia e Reddito Cittadinanza – Flat Tax 2019 e 2020 – Riapertura Rivalutazione beni e quote.

    Per scaricare il documento clicca qui

  • Rottamazione TER

    La legge di Bilancio 2019, oltre allo stralcio delle cartelle (per la cancellazione di debiti fino a 1.000 euro relativi a singoli ruoli notificati fino al 2010), introduce la rottamazione ter per estinguere i debiti iscritti a ruolo contenuti negli avvisi e nelle cartelle di pagamento attraverso il versamento delle somme dovute senza, però, corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora.

    Per scaricare il documento clicca qui


Archivio

Gestionale e Finanziaria

  • Niente silenzio assenso per la richiesta d’installare videocamere in azienda, 17.06.2019

    L’istituto del “silenzio assenso” previsto dalla L. 241/90 non trova applicazione con riferimento alle richieste di autorizzazione presentate dalle aziende all’Ispettorato territoriale del lavoro per l’installazione e l’utilizzo degli impianti audiovisivi e degli strumenti di controllo a distanza ex art. 4 comma 1 della L. 300/70. Lo ha chiarito dal Ministero del Lavoro con la risposta a interpello 3/2019, pubblicata ieri e fornita in seguito a un quesito posto dal Consiglio nazionale dell’ordine dei Consulenti del lavoro circa la configurabilità della citata fattispecie del silenzio assenso per la richiesta di autorizzazione all’installazione e utilizzo degli impianti audiovisivi e degli altri strumenti di cui all’art. 4, comma 1 della L. 300/70.

    Si rinvia all’articolo allegato per l’approfondimento sul tema.

    Buona lettura

     

  • L’efficace attuazione del modello 231 richiede adeguati percorsi formativi, 10.06.19

    In caso di commissione di un reato presupposto ex D. Lgs. 231/2001 da parte di un soggetto apicale, il legislatore riconosce efficacia esimente al modello organizzativo qualora esso sia idoneo e l’ente dimostri di averlo adottato ed efficacemente attuato prima della commissione del fatto. L’efficace attuazione riguarda il rispetto in concreto delle prescrizioni contemplate nel modello 231, non ritenendosi sufficiente la sola adozione “sulla carta” di quest’ultimo. Si tratta quindi di “un punto qualificante ed irrinunciabile del nuovo sistema di responsabilità” (relazione ministeriale al D.Lgs. citato).

    Si rinvia all’articolo allegato per l’approfondimento sul tema

  • Crisi d’impresa: le misure premiali penali per l’imprenditore in difficoltà, 6 giugno 2019

    Tra le novità di maggior rilievo del Codice della crisi di impresa e dell’insolvenza rientra la previsione di misure premiali a favore dell’imprenditore che abbia tempestivamente chiesto l’omologazione di un accordo di ristrutturazione o che abbia proposto l’istanza di composizione assistita della crisi, il concordato preventivo o un ricorso per l’apertura della procedura di liquidazione giudiziale. L’introduzione di queste misure riflette lo scopo che anima la riforma: far emergere tempestivamente la crisi d’impresa per consentire alle aziende ancora sane di evitare l’insolvenza, agevolando lo svolgimento di trattative tra debitore e creditori.

    Si rinvia all’articolo allegato per l’approfondimento sul tema.

    Buona lettura

  • Medici e professionisti sanitari: modalità di applicazione del GDPR, 3.06.2019

    Con il provvedimento n. 55 del 2019, il Garante per la protezione dei dati personali fornisce chiarimenti sull’applicazione della disciplina di protezione dei dati in ambito sanitario. I medici e i professionisti sanitari possono trattare i dati dei pazienti, per finalità di cura, senza dover richiedere il loro consenso, a patto che forniscano loro informazioni complete sull’uso dei dati. Nel provvedimento vengono poi specificati i termini relativi all’obbligo di nominare il Responsabile della Protezione dei Dati, le modalità di conservazione della documentazione contenente i dati sensibili, il contenuto minimo dell’informativa da fornire al soggetto interessato.

    Si rinvia all’articolo allegato per l’approfondimento sul tema.

    Buona lettura


Archivio

Consulenza del Lavoro

  • Durc: non basta la regolarità contributiva

    Tra le cause ostative al rilascio del Durc vi sono tutte le violazioni più rilevanti in materia di
    sicurezza dalle quali deriva la sospensione dello stesso, e quindi la preclusione alla fruizione
    dei benefici “normativi e contributivi” in forza di una causa ostativa al suo rilascio. Tale
    sospensione decorre a partire dalla scadenza dei 120 giorni di un eventuale Documento Unico
    di Regolarità Contributiva che sia già stato rilasciato in precedenza per la stessa finalità. Ne
    deriva che, anche in presenza di una assoluta regolarità dell’azienda in termini di adempimenti
    e versamenti contributivi, ci si può ritrovare senza DURC e a subire la perdita dei benefici
    spettanti e magari già concessi. Vediamo allora quali sono tutte le violazioni e come è
    possibile prevenirle ed, eventualmente, sanarle.

    Per scaricare il documento clicca qui.

  • Assunzione di personale tramite Società Cooperative

    Sempre più spesso viene sottoposta alla nostra attenzione la possibilità di impiegare personale per il tramite di società cooperative, potendo godere di un importante vantaggio economico sui contributi da pagare.

    Avvalersi di tale possibilità è legale? Come è possibile capire se la somministrazione di personale sia lecitamente autorizzata dal Ministero del Lavoro e, in caso di mancata autorizzazione, cosa rischia l’imprenditore?

    Con questa nota intendiamo fare chiarezza sui principali dubbi sulla questione.

    Per scaricare il documento clicca qui.

     

  • Stop alle domande cartacee per gli assegni familiari

    Come disposto dalla circolare Inps 45/2019, i datori di lavoro non potranno più accogliere le domande di ANF dal 1° aprile, in quanto le stesse dovranno essere presentate all’Inps.

    Per scaricare il documento clicca qui

  • Il Decreto Collegato

    Il Decreto Collegato alla Legge di Bilancio 2019, contiene una serie di norme in materia di Reddito di Cittadinanza e di pensioni volte a rendere operativa la “Quota 100”, una nuova modalità di accesso alla pensione anticipata e a rilanciare l’“Opzione Donna”.

    Per scaricare il documento clicca qui


Archivio