Fiscale Societaria


Archivio

Corporate Governance, Risk & Compliance

  • Furto di dati da Facebook, 10.05.2021

    Il Garante chiede al social network di adottare misure per limitare i rischi e avverte che l’utilizzo dei dati provenienti dalla violazione è illecito. Gli utenti di Facebook vengono invitati a prestare particolare attenzione a possibili anomalie sui propri cellulari.

    Si rinvia all’articolo allegato per l’approfondimento sul tema.

    Buona lettura

    Continue reading →

  • Social network: l’utilizzo è pagato in dati personali, 3.05.2021

    L’Autorità Garante della protezione dei dati personali comunica che il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso Facebook su una sanzione Antitrust che giudica ingannevole presentarsi agli utenti come gratis mentre, in realtà, il social farebbe pagare in dati personali. Gli utenti cedono dati contro servizi ma lo fanno anche inconsapevolmente ovvero senza essere adeguatamente informati del rilievo giuridico-economico dell’adesione alle condizioni generali di contratto di una delle piattaforme in questione.

    Si rinvia all’articolo allegato per l’approfondimento sul tema.

    Buona lettura

    Continue reading →

  • Agevolazioni Covid tra opportunità e rischi 231, 15.04.2021

    A sostegno delle imprese colpite dall’emergenza Covid-19 sono stati attuate diverse agevolazioni,principalmente sotto forma di contributi a fondo perduto, fondi di garanzia, crediti d’imposta erifinanziamenti di alcune misure di sostegno agli investimenti. In base ai requisiti e ai criteri stabiliti dallenorme di riferimento, l’ottenimento e l’utilizzo di questi benefici pu far emergere nuove fattispecie di rischi 231 o rendere piincisivi quelli giindividuati. Ad esempio, ottenere le agevolazioni utilizzando o presentando dichiarazioni o documenti falsi o ovvero omettendo informazioni dovute rappresentacertamente un’ipotesi annoverabile tra le frodi nelle sovvenzioni, richiamate tra i reati presupposto dellaresponsabilità 231.

    Si rinvia all’articolo allegato per l’approfondimento sul tema.

    Buona lettura

    Continue reading →

  • Decreto Covid: vaccinazione obbligatoria per il settore sanitario e sospensione dal lavoro per i no-vax, 12.04.2021

    Il decreto legge approvato dal Consiglio dei Ministri del 31 marzo 2021 prevede l’obbligo generalizzato di vaccinazione gratuita per la prevenzione dell’infezione da SARS-CoV-2 per gli operatori sanitari (enon solo). L’obbligo riguarda infatti gli esercenti le professioni sanitarie e gli operatori di interesse sanitario che svolgono la loro attivitnelle strutture sanitarie, sociosanitarie e socio-assistenziali, pubbliche e private, farmacie, parafarmacie e studi professionali. Il rifiuto del lavoratore determina la sospensione, senza retribuzione, dal diritto di svolgere prestazioni o mansioni a rischio di diffusione del contagio da Covid- 19.

    Si rinvia all’articolo allegato per l’approfondimento sul tema.

    Buona lettura

    Continue reading →


Archivio

Consulenza del Lavoro

  • Erogazione dei trattamenti di cassa integrazione

    Per accelerare sui tempi di erogazione dei trattamenti di cassa integrazione ordinaria e in deroga legata all’emergenza coronavirus, l’ABI e l’INPS hanno stipulato una convenzione che prevede che saranno le banche ad anticipare tali somme ai lavoratori, che verranno poi rimborsate dall’Inps. L’anticipazione dell’indennità avverrà tramite l’apertura di credito in un conto corrente apposito, se richiesto dalla banca, per un importo forfettario complessivo pari a 1.400 euro, parametrati a 9 settimane di sospensione a zero ore (ridotto in caso di durata inferiore), da riproporzionare in caso di rapporto a tempo parziale. Con questa comunicazione vogliamo accentrare l’attenzione sul fatto che non c’è l’obbligo da parte degli istituti bancari di aderire a questa iniziativa. Vi invitiamo quindi a sensibilizzare i dipendenti che vogliono avvalersi di tale facoltà a verificare, prima possibile, se la loro banca di riferimento ha aderito o meno a tale iniziativa per avere così il tempo di attivare, eventualmente, un conto corrente presso un altro istituto di credito. Vi preghiamo inoltre di comunicarci, nel più breve tempo possibile, eventuali cambiamenti bancari da parte dei vostri dipendenti per permetterci di compilare correttamente la denuncia mensile da inviare all’Inps necessaria per dare corso a tale adempimento.

    Continue reading →

  • Comunicazione di Servizio GIOSA

    E’ di tutta evidenza la drammaticità della situazione sanitaria che stiamo vivendo e degli effetti provocati dalle misure straordinarie adottate dal governo per fronteggiare tale emergenza. Effetti che hanno riguardato tutti i settori industriali e merceologici. Tra i più danneggiati sicuramente la professione del consulente del lavoro che, oltre a subire l’impatto negativo dal punto di vista economico e finanziario, si sta facendo carico, con tutte le ristrettezze imposte a livello di mobilità personale, della gestione dell’enorme carico di provvedimenti che si sono susseguiti e che continuano a susseguirsi in queste giornate così convulse. Nonostante l’abnegazione totale da parte di tutti i collaboratori di studio, molto spesso ci troviamo nell’impossibilità di portare a termine un lavoro a causa del malfunzionamento dei siti degli enti con cui dobbiamo interfacciarci. In altre, non possiamo procedere a causa del mancato adeguamento dei software alle innumerevoli novità normative intervenute in quest’ultimo mese. Alla luce di quanto sopra vi chiediamo di comprendere e scusare eventuali disservizi o un piccolo allungamento dei termini di consegna nel tempo concordati che cercheremo di contenere quanto più possibile.
    Un caro saluto.

    Continue reading →

  • Decreto “Cura Italia” – Ritenute INPS

    Sulla sospensione dei versamenti relativi ai contributi previdenziali che gravano sulle retribuzioni, l’INPS con una propria circolare ha richiamato il principio generale che regola le ritenute previdenziali secondo il quale, il sostituto di imposta che trattiene le somme al lavoratore, non può disporne diversamente ma è obbligato a versarle alle scadenze di Legge.

    Per l’approfondimento sul tema clicca qui.

    Continue reading →

  • Durc: non basta la regolarità contributiva

    Tra le cause ostative al rilascio del Durc vi sono tutte le violazioni più rilevanti in materia di
    sicurezza dalle quali deriva la sospensione dello stesso, e quindi la preclusione alla fruizione
    dei benefici “normativi e contributivi” in forza di una causa ostativa al suo rilascio. Tale
    sospensione decorre a partire dalla scadenza dei 120 giorni di un eventuale Documento Unico
    di Regolarità Contributiva che sia già stato rilasciato in precedenza per la stessa finalità. Ne
    deriva che, anche in presenza di una assoluta regolarità dell’azienda in termini di adempimenti
    e versamenti contributivi, ci si può ritrovare senza DURC e a subire la perdita dei benefici
    spettanti e magari già concessi. Vediamo allora quali sono tutte le violazioni e come è
    possibile prevenirle ed, eventualmente, sanarle.

    Per scaricare il documento clicca qui.

    Continue reading →


Archivio